Il Natale nelle “città sull’acqua”: Chioggia, Comacchio, Ferrara e Lazise

Viaggio in Pullman Gran Turismo

8/9 dicembre 2018
mercatini_natale-1440x564_c

1° GIORNO: CHIOGGIA / ABBAZIA DI POMPOSA / COMACCHIO
Di primo mattino partenza in direzione di CHIOGGIAVisita guidata della città. Nota da sempre per il suo porto, per la pesca, per le saline, per la produzione d’ortaggi, per essere stata immortalata dal Goldoni nel suo capolavoro “Le baruffe chiozzotte”. Detta “la piccola Venezia”, Chioggia è l’“altra Venezia”, che contende alla capitale il primato delle origini più lontane e che mantiene una dimensione più vivace e piena di vita; Chioggia è la ‘capitale’ della Laguna veneta per le economie, i mestieri, la società che in essa si sono radicate nei secoli; Chioggia è il litorale che più di qualsiasi altro unisce in sé originalità, bellezze, salubrità naturali con tradizioni consolidate, vissute e reinterpretate, e con una dimensione urbanistica, un patrimonio culturale e architettonico inestimabili e ancora da scoprire. Sono aspetti e dimensioni che riescono a stupire e meravigliare chiunque. La genuinità e spontaneità delle genti di Chioggia offrono mille motivi di interesse: dall’arte al folklore, dalla spiaggia ai luoghi d’incontro e in particolare a una pura e peculiare gastronomia. Pranzo libero o in ristorante* (vedasi relativo supplemento).
Nel pomeriggio ingresso e visita all’Abbazia di Pomposa. Appare improvvisa al visitatore con il suo svettante campanile nella verde pianura e dischiude inaspettati tesori di arte e di storia. L’origine dell’Abbazia risale ai secoli VI-VII, quando sorse un insediamento benedettino su quella che era l’Insula Pomposia, un’isola boscosa circondata da due rami del fiume e protetta dal mare. Dopo il Mille cominciò la stagione di maggior splendore e divenne centro monastico fiorente votato a una vita di preghiera e lavoro, la cui fortuna si legò alla figura dell’abate San Guido. Il monastero pomposiano accolse illustri personaggi del tempo, tra i quali è da ricordare Guido d’Arezzo, il monaco inventore della scrittura musicale basata sul sistema delle sette note. Trasferimento a COMACCHIO, affascinante cittadina attraversata da ponti che ricordano le calli di Venezia: antica città lagunare, sorse su 13 dossi all’interno delle valli, al fine di sfruttarne la pescosità delle acque e la spontanea formazione di sale. Si tratta di un esempio pressoché unico di integrazione tra l’ambiente naturale e l’attività umana. Il complesso architettonico dei Trepponti è un autentico emblema di Comacchio, voluto dal Cardinale legato Giovan Battista Pallotta nel contesto della cosiddetta rinascita urbanistica. Fu innalzato intorno al 1638 e costituisce il punto di unione tra il canale navigabile “Pallotta”, proveniente dal mare, e il centro della città: sotto la sua unica volta si distribuiscono le vie d’acqua interne per mezzo di una fitta rete di canali. I ponti sono l’elemento qualificante del centro storico di Comacchio, dato che il centro abitato antico sorgeva su piccole isole collegate le une alle altre. Maestosa la Cattedrale di San Cassiano, edificio dedicato al Santo Patrono della città. A seguire, trasferimento in hotel per la cena e il pernottamento.

2° GIORNO: FERRARA / LAZISE
Prima colazione in hotel e visita guidata della città di FERRARA, di schietta impronta rinascimentale: il monumento principale è il Castello degli Este, detto anche Castello di San Michele, un edificio in mattoni a pianta quadrata dotato di quattro torri difensive, posto nel centro cittadino. Fu costruito a partire dal 1385 e parzialmente restaurato a partire dal 1554. Vicino al castello si incontra l’arcispedale S. Anna, dove venne confinato Torquato Tasso dal 1579 al 1586. La visita prosegue al Palazzo del Municipio, ricostruito nel XVIII secolo e prima residenza degli Este. Vicino ad esso si ammira la Cattedrale di San Giorgio, costruita da Guglielmo degli Adelardi e consacrata nel 1135, con il suo campanile rinascimentale. Di fronte alla cattedrale si trova il Palazzo della Ragione, in stile gotico, del 1315 – 1326. Poco lontano è l’attuale sede dell’Università, mentre la sua antica sede, Palazzo Paradiso, ospita oggi la Biblioteca Civica Ariostea nella quale si trova la più completa raccolta di edizione dell’Orlando Furioso e alcune lettere di Torquato Tasso, nonché la Bibbia appartenuta al frate domenicano Girolamo Savonarola. Pranzo in ristorante con un ricco menu.
Nel pomeriggio, tempo a disposizione per la visita dei Mercatini di Natale, situati in Piazza Trento Trieste: una grande area destinata alle esposizioni natalizie di attività artigianali ed enogastronomiche. Uno spazio allestito con eleganti chioschi in legno dove è possibile vedere all’opera gli artigiani che realizzano originali creazioni in vetro, ceramica, pelle e decorazioni natalizie e dove è possibile gustare i tipici prodotti dell’enogastronomia italiana. Al termine, partenza per il viaggio di rientro e sosta a LAZISE, che ricorda Venezia, dove si affacciano case e portici con bar, ristoranti e negozi che proseguono anche dentro i caratteristici vicoli, alcuni dei quali conservano la denominazione di “calle”. Angoli pittoreschi sono anche la piazza Vittorio Emanuele e il porticciolo, ancora animato dalle barche dei pescatori. Costruita nel Trecento, la Dogana di Lazise ebbe diverse destinazioni secondo il periodo storico. Dopo il restauro del 1973 ospita mostre e iniziative culturali. Il Castello di Lazise, costruito prima dell’anno 1000 a difesa delle incursioni degli Ungari, venne più volte rimaneggiato e fortificato, e resta uno dei castelli gardesani meglio conservati. Tempo a disposizione per visitare i Mercatini di Natale, i più grandi sul Lago di Garda, situati nella piazza principale del paese, dove più di 100 casette di legno di espositori coinvolgono i visitatori in una magica atmosfera tra sapori, colori e profumi caratteristici del periodo natalizio. In programma un ricco calendario di degustazioni, area Street Food, animazioni e laboratori per bambini. Presente anche Babbo Natale con la sua carrozza che condurrà grandi e piccini lungo un suggestivo itinerario per le vie del centro. Al termine, partenza per il viaggio di rientro. Arrivo in tarda serata al punto di partenza.

 

Supplemento Camera singola €. 30,00

*facoltativo – pranzo completo in ristorante per il 1° giorno di viaggio €. 26,00 a persona (bevande incluse)

DISPONIBILITÀ SOGGETTA A RIEMPIMENTO POSTI

 

Il Natale nelle “città sull’acqua”
•Viaggio in pullman Gran Turismo
•Sistemazione in hotel 4*, in camere doppie con servizi privati
•Trattamento di mezza pensione in hotel
•Pranzo in ristorante con ricco menu del territorio per il 2° giorno di viaggio
•Bevande incluse ai pasti: 1/2 acqua minerale e 1/4 vino a persona
•Visite guidate
•Assicurazione medico-bagaglio
•Accompagnatrice d’agenzia per tutta la durata del viaggio
€. 149,00 a persona
Quantità:

L'acquisto online è temporaneamente disabilitato.
Vi preghiamo di contattarci o utilizzare il form di richiesta.