Viaggio della Memoria in AUSTRIA

Tra città imperiali e luoghi simbolo dello sterminio degli Ebrei

Dal 23 al 25 febbraio 2018
campo di concentramento

Viaggio in pullman Gran Turismo – Accompagnatrice d’agenzia

1° GIORNO: INNSBRUCK / LINZ
Di prima mattina partenza in pullman Gran Turismo per Innsbruck. All’arrivo visita guidata della città il cui nome significa Ponte sul Fiume Inn. Il simbolo del capoluogo tirolese è senza dubbio il Tettuccio d’Oro, nel cuore del centro storico e ricoperto da ben 2.576 tegole di rame dorato. Pranzo libero o in ristorante*. Nel pomeriggio, proseguimento per Linz. Il centro storico della città si sviluppa intorno all’Hauptplatz, considerata tra i più bei complessi architettonici dell’Austria, e si trova sulla riva destra (sud) del Danubio, mentre la parte moderna sta sulla riva sinistra (nord). La città deve la sua ricchezza proprio alla posizione sul Danubio che, una volta, la rendeva un punto strategico per il commercio di sale e di minerali ferrosi. Oggi è un importante centro industriale e culturale dell’Austria. Arrivo in città in serata, sistemazione in hotel nelle camere riservate, cena e pernottamento.

2° GIORNO: LINZ / MAUTHAUSEN / MEMORIALE DI GUSEN / CASTELLO DI HARTHEIM / LINZ
Prima colazione in hotel e trasferimento al lager di Mauthausen per la visita guidata. Fu il primo campo di concentramento al di fuori della Germania, il più grande in Austria e divenne uno dei lager più famigerati all’interno del sistema dei campi nazisti. Dall’istituzione ufficiale nel 1938 fino alla liberazione del campo di concentramento da parte della Terza Armata americana il 5 maggio 1945, complessivamente circa 200.000 prigionieri di numerosi paesi europei soffrirono qui per le condizioni inumane della prigionia e per i metodi di tortura delle SS. Più della metà di loro non è sopravvissuta. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio, proseguimento con la visita guidata del Memoriale di Gusen. Il campo di concentramento di Gusen ha subito vicende che ne hanno alterato irrimediabilmente la fisionomia. Alla fine degli anni ’50 l’associazione dei superstiti ha acquistato un lotto di terreno e vi ha eretto una struttura commemorativa, opera dell’architetto Lodovico Barbiano di Belgiojoso, che fu egli stesso prigioniero a Gusen. All’interno di questo edificio, la cui materia e il cui spazio alludono all’universo chiuso e al labirinto di morte costituiti dal lager, è stato collocato il forno crematorio. A seguire, trasferimento al Castello di Hartheim, situato ad Alkoven: ingresso e visita guidata. È stato uno dei sei campi di sterminio dell’Aktion T4, il programma di «eutanasia» nazionalsocialista. Il castello, Schloss Hartheim, fu costruito da Jakob von Aspen nel 1600. È un castello di dimensioni piuttosto ridotte e nelle sue vicinanze si trovano strutture simili. Nel 1898 fu donato dal Principe Camillo all’Organizzazione di Carità dell’Austria Superiore come centro educativo e di cura. Nel secondo dopoguerra, l’edificio fu convertito in appartamenti. Il Castello di Hartheim era originariamente un luogo di cura per bambini malati di mente curati da un gruppo di suore del convento di Alkoven. Nel 1940 i nazisti scacciarono le suore e la struttura venne trasformata in un centro di eutanasia, nell’ambito dell’operazione T4, ovvero dello stermino dei portatori di malattie mentali e di portatori di handicap. Al termine delle visite, rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

3° GIORNO: SALISBURGO
Prima colazione in hotel e partenza per Salisburgo. Visita guidata della città dalla straordinaria bellezza architettonica, impreziosita da palazzi gotici e barocchi, da piazze e vie costellate di scenari fiabeschi, dimora del Maestro Mozart, culla d’arte del passato e dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Una visita a Salisburgo non può escludere la Altstadt, il nucleo più antico che conserva intatto il carattere cinque-seicentesco di impronta italiana. Si potranno ammirare la Residenz, residenza degli arcivescovi-principi, il Duomo, la cui imponete sagoma segna da lontano la città vecchia, la piazza di Mozart e la Getreidegasse, la strada più famosa di Salisburgo, che ha un fascino particolare grazie alle insegne in ferro battuto riccamente decorate che identificano i negozi. Decisamente suggestivi i passaggi e i cortili interni e le finestre delle case che dal primo piano in poi diventano sempre più piccole. Al numero 9 della via si trova la casa natale di Mozart, che oggi ospita un museo dedicato al compositore. Pranzo libero o in ristorante*. Nel pomeriggio, partenza per il viaggio di rientro. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo in serata direttamente al punto di partenza.

AUSTRIA Viaggio della Memoria
• Viaggio in pullman Gran Turismo
• Sistemazione in hotel 4*, in camere doppie con servizi privati
• Trattamento di mezza pensione – prima colazione e cena con menu a 3 portate, acqua in caraffa inclusa
• Pranzo in ristorante per il secondo giorno di viaggio
• Visite guidate per tutto il viaggio: Innsbruck, Campo di concentramento di Mauthausen, memoriale di Gusen, Castello di Hartheim, Salisburgo
• Ingresso a pagamento al Castello di Hartheim
• Tassa di soggiorno obbligatoria
• Assicurazione medico-bagaglio
• Accompagnatrice d’agenzia per tutta la durata del viaggio

Servizi extra su richiesta alla prenotazione:
- Supplemento una bevanda ai pasti (a scelta tra 1 bicchiere di vino, 1 birra piccola, ½ lt acqua minerale o una bibita piccola) €. 4,00 a persona a pasto
- Pranzo in ristorante a Innsbruck €. 24,00 a persona, bevande escluse (menu a 3 portate)
- Pranzo in ristorante a Salisburgo €. 24,00 a persona, bevande escluse (menu a 3 portate)
€. 270,00 a persona
Quantità:

L'acquisto online è temporaneamente disabilitato.
Vi preghiamo di contattarci o utilizzare il form di richiesta.